Anna Maria

ANNA MARIA GRANDI nasce a Pavia (Italia) nel 1959.
Terminati gli studi, inizia subito a lavorare nell’azienda del padre.
Ha un’innata e grande passione per tutto ciò che riguarda il design e i viaggi finalizzati alla attività di trendsetter.Frequenta a Londra la KLC school of design e successivamente ottiene l’ammissione alla prestigiosa SBID (Society of British interior design). Amplia il suo know how, diventando decoratrice per interni e iniziando a partecipare alle più importanti exibitions in Italia e all’estero. Questi “aggiornamenti” diventano indispensabili per dare ai suoi lavori non solo un valore aggiunto, ma anche una nuova carica comunicativa.

Uno stile astratto, oggettivo, policromatico

Così definisce il suo stile.
Il ferro è Il materiale che da sempre ama e che considera il protagonista assoluto della sua creatività, lo utilizza in tutte le sue declinazioni  e ne esalta la valenza espressiva tramite inediti e arditi accostamenti.

Riuso e reinterpretazione degli oggetti

Nell’attività di Anna Maria Grandi il recupero creativo di uno spazio è considerato come opera esaltante che si accompagna sempre a risultati singolari, affascinanti; come del resto il riuso e la reinterpretazione degli oggetti, dei mobili e dei complementi, pensati anch’essi con raffinato spirito eclettico.

Materiali diversi, che si esaltano l’un l’altro

L’architettura, anche se costruita per sottrazione e semplificazione, evoca uno stato esistenziale. Nel suo studio, Anna Maria Grandi amplia questa visione di architettura e design lavorando con materiali diversi, alla continua ricerca di nuove aspirazioni, tendenze, sperimentando l’aspetto pratico e tecnico dei processi produttivi.

Gli accostamenti, anche i più arditi, riescono in modo naturale a esaltare le forme e i materiali scelti, creando ambientazioni armoniose, contemporanee e di decor. Design e conceptualization sono le sue proposte basilari. Seguono la consulenza a livello di progettazione e arredo, l’interpretazione cromatica e tutto ciò che concerne l’evoluzione del textile e geo-textile.